La pittura o Come sbarazzarsene
La pittura o Come sbarazzarsene
04.06.2014
 

La pittura o Come sbarazzarsene

a cura di Éric de Chassey
11 giugno - 14 settembre 2014
Villa Medici, Roma
inaugurazione 10 giugno ore 18.30-20.30
 
L’esposizione riunisce le opere di quattro artisti di diversa nazionalità: l'italiano Fabio Mauri e l'americana Marcia Hafif – che hanno vissuto e lavorato a Roma – il francese Martin Barré e lo svizzero Olivier Mosset – che abitarono a lungo a Parigi.
La mostra, il cui titolo è ispirato all’opera teatrale di Eugène Ionesco Amedeo o Come sbarazzarsene, si interroga sulla questione della fine della pittura, che assilla gli artisti dalla nascita dell’astrazione all’inizio del XX secolo. La logica della riduzione della pittura a suoi componenti primari, che contraddistingue il minimalismo, si impone negli anni ’60 e conduce a una forma d’arte fatta di quasi nulla, la cui conseguenza logica ed inevitabile sembra essere la scomparsa stessa della pittura. La pittura o Come sbarazzarsenerivela quanto queste evoluzioni siano in realtà più complesse.

Tra il 1959 e il 1969, a Roma e a Parigi, Fabio Mauri, Marcia Hafif, Martin Barré e Olivier Mosset hanno portato all’estremo la logica della progressiva riduzione e finale scomparsa della pittura astratta. Nel periodo successivo si sono avvicinati all’arte concettuale o la performance, ma a differenza di molti loro contemporanei, hanno finito per tornare alla pittura senza per questo rinnegare i loro esordi o le loro esperienze extrapittoriche. Le opere esposte ripercorrono tre periodi fondamentali del loro percorso artistico e della storia dell’astrazione: una pittura astratta volta alla scomparsa delle forme e dei colori, opere concettuali o performative, realizzate in particolare attraverso il film o la fotografia; dipinti astratti che rimandano a una pittura dopo la fine della pittura.

 

 

www.villamedici.it/media/1790822/comunicato_stampa_la_pittura_o_come_sbarazzarsene.pdf


Utilizziamo i cookie per rendere migliore la tua esperienza di navigazione sul nostro sito. Continuando ad utilizzare questo sito ne accetti l'utilizzo. (ulteriori informazioni).

Ok